.
Annunci online

signore e signori, ecco a voi il SILENZIO
D A R E!!!
post pubblicato in ascoltando l'orizzonte, il 13 settembre 2012

fonte: youtube

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ascoltare l'orizzonte dare&osare

permalink | inviato da Tenebrae il 13/9/2012 alle 12:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
PERCHE' IO NO??
post pubblicato in diario, il 12 settembre 2012

Non ha paura dell’obiettivo

Le foto lo esaltano

Sa di piacere e di piacersi

Forse con troppa sicurezza

E troppa autostima

Ma alla fine

Raggiunge il suo obiettivo

 

Ecco un altro Must

Piacere (forse)

Piacersi (sicuramente)

Più di tutto

Incantare gli obiettivi daraggiungere.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. diario programmi per il futuro

permalink | inviato da Tenebrae il 12/9/2012 alle 8:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
mabuse di me stesso
post pubblicato in fattore mabuse, il 10 settembre 2012

Ogni anno, quando ci si avvicina alla ripresa calda della produzione, ci si chiede quale sarà la barzelletta che accompagnerà l’esordio stagionale. Ogni anno si va sempre più in basso. Questa volta ci siamo superati: oltre alla dipartita del megadirettoregalatticoconpoltronainpelleumana, dobbiamo segnalare le dimissioni in blocco dell’amministrazione. Il personale, per fortuna, non se n’è fuggito con le casse ma ha pur sempre lasciato in sospeso alcuni pagamenti straordinari che dovrebbero essere effettuati alla fine di questo mese (sperèm).

Alcuni colleghi (di quelli buoni) hanno trovato nuove dimensioni lavorative, per cui sono rimasti vacanti alcuni incarichi interni che chiaramente sono ricaduti a pioggia sui superstiti.

Io invece ho fatto il mabuse di me stesso accettando a occhi chiusi alcune disposizioni provvisorie relative alla gestione dei reparti cne mi saranno affidati grazie a quest’ultimo rimpasto. La mia accettazione ha reso operative le disposizioni (bauscia che non sei altro), e nel momento in cui mi sono reso conto di quanto mi sarei complicato la vita lavorativa, era troppo tardi per recuperare.

Inoltre alcuni aspetti del mio tempo libero mi hanno un po’ ingrigito i giorni precedenti al ritorno a tempo pieno.

Siamo tutti sulla stessa barca?

 



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. fattore mabuse mabuse di me stesso

permalink | inviato da Tenebrae il 10/9/2012 alle 10:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
TRA ARTE E NATURA
post pubblicato in ascoltando l'orizzonte, il 8 settembre 2012
 
 


“[...] si accorse che mentre scriveva il romanzo stava nascendo dentro di lui una specie di sorgente nuova. Non che l’acqua sgorgasse con eccezionale abbondanza. Si trattava piuttosto di una piccola vena spuntata da una fessura tra le rocce [...]

 


"Ma se pure la quantità era minima, l’acqua zampillava senza interruzione. Non c’era bisogno di affrettarsi o di essere impazienti. Bastava aspettare che si accumulasse nella cavità delle rocce [...] "


l’unica cosa da fare era trasformare l’acqua raccolta in scrittura. Sembrava [...] che ci fosse stata quella reazione come di un pesante coperchio infine sollevato [...]”  (1Q84 – Murakami Haruki)


  


 

La mia recente vacanza mi ha lasciato un segno.

Ho visitato una decina di città e non so quante spiagge.

         

Insomma, non mi sono mai sentito in così grande comunicazione con la natura e le espressioni artistiche dei luoghi dove mi trovavo.


Ma nel caso di certe installazioni la considerazione era particolare. Era come se fosse o v v i o che fosse così e che quella rappresentazione (artistica o naturale) fosse l’unica soluzione logica. Insomma, per farla breve, potevano essere realizzazioni alla portata di chiunque fosse un minimo sensibile. Paradossalmente la frase che si poteva dire era l’avrei fatto anch’io così, come ho fatto a non pensarci prima?


(sì, certo, solo che noi comuni mortali non abbiamo alle spalle tutto il denaro e le infrastrutture che supportano questi artisti).

 

 

Per quanto riguarda le ambientazioni, mi sono accorto di una natura generosa, che si lasciava catturare dalle fotografie. Il mare, la sabbia sembravano dire prendimi, sono qui, non c’è problema...


Insomma, se mi si passa l’espressione, la natura si presentava con un atteggiamento non scontato ma amichevole nei confronti del turista non superficiale. Era un inno alla semplicità, intesa come un valore importante e non certamente come un limite.

 


Tirando le somme, la vacanza mi ha riempito di contenuti, di sensazioni interessanti, di nuovi punti di vista. Ne sono una testimonianza le foto che ho fatto: non ne ho mai fatte di così belle.

    

 

A proposito dei contenuti, delle sensazioni raccolte eccetera eccetera, adesso toccherà a me metterle in pratica per benino.

   

TEMPO
post pubblicato in pensieri al balcone, il 6 settembre 2012

 


Un copione di quest’estate per tutte le spiagge visitate: camminate sul bagnasciuga, esplorazione dei meandri, ritorno e quattrochiacchiere con il gruppo in merito alla fauna del posto, rivisitazione dei meandri per fotografarne le particolarità viste una mezz’oretta prima.


 

 

Trattandosi di spiagge che davano sull’Oceano Atlantico, le maree in breve tempo potevano cambiare uno scenario rendendolo meno originale, seppure sempre bello. Le foto scattate sono state comunque parecchie (forse anche troppe), ma rimane sempre lo scorno per non avere immortalato quelle specifiche immagini.



Sembra un innocuo resoconto di un momento della mia recente vacanza.

In realtà scrivo questo perché la cosa ha assunto un significato più ampio.

 

 

 

Vorrei trattare il tempo con meno superficialità: il tempo fornisce occasioni spesso irripetibili. Spesso non si valuta la reale importanza di queste e con aria di sufficienza si rimanda ad una prossima volta. Il fatto è che questa prossima volta si ripresenta solo ad alcuni fortunati.

 

   

 

 

Detta così sembra tutto molto categorico se non dogmatico. In realtà vorrei soltanto programmarmi nel saper leggere/ascoltare le opportunità che mi capitano.

 

 

      

 

Cavalcare CON il tempo, non CONTRO il tempo.

    


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pensieri al balcone queviva momenti

permalink | inviato da Tenebrae il 6/9/2012 alle 9:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
CONFRONTI
post pubblicato in ascoltando l'orizzonte, il 4 settembre 2012
 














 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Ascoltando l'orizzonte queviva confronti

permalink | inviato da Tenebrae il 4/9/2012 alle 10:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
THE WAVE
post pubblicato in ascoltando l'orizzonte, il 3 settembre 2012
 

M O L T I  C I  P R O V A N O...




S O L O  U N O ce la fa


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Ascoltando l'orizzonte queviva wavessss

permalink | inviato da Tenebrae il 3/9/2012 alle 8:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
AUSPICI
post pubblicato in ascoltando l'orizzonte, il 2 settembre 2012




AUSPICI

In questo picco d’occidente

In questo sole che si nasconde

Per vestirsi di colori

Che sfumano gradualmente

Gli elementi si cercano

Si amalgamano

Creando un’energia

Che solo qui sanno fare.

Osservo la fonte

E realizzo

 

Quell’energia è anche la mia...



Sfoglia agosto   <<  1 | 2  >>   ottobre
calendario
rubriche
tag cloud
links
cerca