.
Annunci online

signore e signori, ecco a voi il SILENZIO
LE HO MAI RACCONTATO DEL VENTO DEL NORD?
post pubblicato in ascoltando l'orizzonte, il 13 luglio 2012

di Daniel Glattauer

Se uno pensa che scrivere un (breve) romanzo epistolare nel XXI secolo sia cosa anacronistica, si sbaglia di grosso. Sì, certo, occorre aggiornarsi. Perché qui non si parla di posta ordinaria, ma di POSTA ELETTRONICA. E allora tutto acquisisce originalità e spessore.

Due emeriti sconosciuti si trovano a corrispondere per una fatalità. E' bella l'evoluzione di questo rapporto: timidezza ed impaccio iniziali lasciano a poco a poco lo spazio ad una crescente confidenza. Ed è un gioco pure divertente fin quando i due non aprono un dibattito che riempie metà della vicenda: vedersi e rovinare/deludere il 'mistero', o non vedersi e continuare in questo gioco di 'sguardi informatici'? Se da un lato la questione risulta verosimile, dall'altro la lungaggine nella quale i protagonisti alternano dubbi ed insistenze fa chiudere in se stessa la vicenda (unica pecca del libro). Verrebbe da dire che l'autore si sia fregato con le sue stesse mani e non sappia risolvere la circostanza.
Finché...

Lettura rapida, spigliata, con una struttura che aiuta molto a procedere velocemente. Ma guai a definirlo un libro-fiammifero (si legge in un giorno/giorno e mezzo): alla fine questo libro ti lascia qualcosa.

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ascoltando l'orizzonte libri glattauer

permalink | inviato da Tenebrae il 13/7/2012 alle 10:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
THIS MUST BE THE PLACE
post pubblicato in diario, il 11 luglio 2012

Fonte: Youtube


“…I had a feeling that I belong…”

(non c’entra nulla con il video, ma a che fare con il mio stato d’animo)


Mentre sto decidendo quale libro iniziare tra i sedici che mi stanno facendo polvere in libreria, penso che sia utile perdere tempo parlando di una sensazione di questo periodo.

In questo periodo il lavoro in fabbrica prosegue con ritmi ‘messicani’ e già questo mi dà una botta significativa di buon umore. Ma, per favore, vorrei parlare di altro.

Sto riassaporando il gusto di andare a nuotare: quest’anno l’ho sentito più come dovere, mentre adesso in questi giorni è ritornato ad essere un piacere per il fisico e per la mente.

Ho recuperato un gruppetto per le vacanze: si farà un giro nel nord della Spagna nelle settimane centrali di agosto. Saremo in quattro, il numero giusto.

L’agenda si arricchisce di piccoli impegni serali che mi permettono di conoscere gente o di stare in mezzo alla gente CHE VOGLIO. By the way, non volevo andare a quel matrimonio di fine agosto E NON CI ANDRO’ proprio grazie alla vacanza che mi sono programmato (ma ero deciso a non andarci comunque).

Non solo sto in mezzo alla gente (W la community, ndr), ma ho la possibilità di conoscere persone nuove, anche se si tratta dell’incontro di una serata. Forse è lo stare in mezzo agli altri la medicina giusta per distrarsi un po’.

Oltre al fatto di essere coinvolto nelle situazioni, mi sento anche abbastanza apprezzato per quello che dico/faccio. E non è poco.

Ho la sensazione di aver sempre ‘lavorato’ per giungere a questo stadio di accettabile serenità: come l’atleta che si danna negli allenamenti e poi a poco a poco ottiene risultati sempre più prestigiosi.

Non è che io abbia raggiunto risultati di chissà quale rilievo.

Non sono fidanzato, né sposato, né altro. Eppure ho questa sensazione di appartenenza molto piacevole: l’approdo sicuro dopo un viaggio faticoso.

Se confronto il mio micro universo con quello degli altri, mi accorgo di far parte di una piccola schiera di persone che va controcorrente.

Non vuole essere un vanto, semmai la constatazione di una grande fortuna.

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. diario musica sentimenti persone

permalink | inviato da Tenebrae il 11/7/2012 alle 12:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
SPIGOLATURE DOMENICALI
post pubblicato in ascoltando l'orizzonte, il 9 luglio 2012


DARKSIDEOFPOP says:

la bisessualità è come il succo di pompelmo

un po’ è dolce un po’ è amaro...

 

 

 

nel pomeriggio:



Fonte: Youtube
tenebraeeeeeeeee
post pubblicato in ascoltando l'orizzonte, il 5 luglio 2012

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ascoltando l'orizzonte tenebrae....

permalink | inviato da Tenebrae il 5/7/2012 alle 13:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
PROBLEMI NON PROBLEMI
post pubblicato in dialoghi di rorschach, il 3 luglio 2012

Ti ho visto uscire piano

La paura di ciò che attende fuori

La lentezza per ritardare –qualche secondo!- l’impatto

Ignorare il tempo che passerà prima di essere nuovamente protetto

La tua malinconia attraverso un timido sorriso

In-esistenza dei tuoi problemi

Inesistenza dei miei problemi.

E realizzo la mia fortuna

E realizzo il mio privilegio

E ridimensiono il mio microcosmo

GIRI
post pubblicato in ascoltando l'orizzonte, il 2 luglio 2012

Dice:

 

“TRA LE PERSONE CHE CONOSCO

 

SEI L’UNICO

 

CAPACE DI ALLARGARE IL PROPRIO GIRO DI AMICIZIE”

 

 

 

GraSSSSSSie

Sfoglia giugno   <<  1 | 2  >>   agosto
calendario
rubriche
tag cloud
links
cerca